Il Giro del Mondo in Bicicletta

Il giro del mondo in Bicicletta è il progetto di Giovanni,Marco e Francesco. 5 continenti in Bici. Bike World tour,a 5 years dream..Cycling through 5 continents. La bicicletta come casa e il mondo come giardino. Un modo di vivere strano, ma potente... Siamo partiti il 17 Febbraio 2013 e oggi 12 Read more

Sono stanco..articolo pubblicato su Ravenna&Dintorni

Le gambe sono allenate e il cuore non è affannato. Ma sono stanco.
La schiena si è abituata a dormire per terra e mi sembra di sognare meglio. Eppure sono stanco.
Ho un solo paio di scarpe, un jeans e una maglietta; una tenda un libro e una bicicletta. Il bagaglio non sembra pesare tanto, però sono stanco. Read more

Posted on Leave a comment

Il Giappone trema..pubblicato su Ravenna&Dintorni

Davanti a me il mare, placido nell’ora del tramonto e a poche leghe dalla costa un vulcano abbraccia la vista. Mi trovo nella baia di Kagoshima, a Sud dell’isola di Kyushu, la terza più grande dell’arcipelago giapponese. Il vulcano Sukurajima sovrasta la città e ne è l’emblema come il Vesuvio per Napoli. Read more

Posted on Leave a comment

Anziani giapponesi..pubblicato su Ravenna&Dintorni

Più bambini che genitori popolano le strade dell’Asia orientale. Dall’Indonesia alla Mongolia giovani di tutte le età colorano ogni angolo delle città portando cambiamento, freschezza e forse modernità.
In Giappone questo sembra non essere vero e sono gli anziani ovunque a dominare le numerose isole. Read more

Posted on Leave a comment

Corea del Sud..pubblicato su Ravenna&Dintorni

In bicicletta non si può arrivare ovunque. Per visitare la Corea del Sud ci siamo dovuti arrendere alla comodità di un volo. Vladivostock-Seoul in novanta minuti. Una tratta aerea particolare, qui nell’estremo oriente. Nel mezzo, fra queste due città diversamente moderne, la Corea del Nord, chiusa, prigioniera, ennesimo scherzo della storia. Read more

Posted on Leave a comment

Guerre..articolo pubblicato su Ravenna&Dintorni

Un carro blindato ci ha suonato il clacson per incitarci ed un altro, con un inconsueto segno di saluto, ci ha puntato il cannone prima di proseguire sulla corsia opposta. Erano i militari turchi che continuano a controllare l’estremo est della loro nazione, il vecchio Kurdistan. Read more

Posted on Leave a comment

Siberia sotto i ponti..pubblicato su Ravenna&Dintorni

Ventinove giorni di Siberia. Ventinove giorni non facili.
Siamo entrati via terra dalla Mongolia, poco più a Sud del lago Baikal e siamo arrivati a Vladivostock dove l’oceano senza fatica ha fermato la nostra stremata corsa. Non eravamo pronti a così tanto vuoto solitario. Read more

Posted on Leave a comment

Macchine del tempo..pubblicato su Ravenna&Dintorni

Una strada ben più lunga di quella che taglia il deserto australiano del Nullarbor attraversa un luogo apparentemente anche meno popolato del deserto dei Gobi. Siamo in Siberia, in sella alle biciclette, qui, macchine del tempo. Macchine del tempo perché muovendoci nello spazio ci muoviamo nella storia. Read more

Posted on Leave a comment

Provate a fare il contrario

Provate a fare il contrario ogni tanto, andate fuori quando piove senza ombrelli e senza paura di ammalarvi, prendete l’acqua in faccia e ridete, ridete forte.

Provate a fare il contrario ogni tanto, a dormire per terra sotto le stelle, a passare una serata guardando il fuoco e non la TV, a bere l’acqua di un torrente e fare il bagno con le mucche.

Provate a fare il contrario ogni tanto, a mangiare con le mani seduti sul marciapiede, a camminare piano quando tutti corrono, a essere sobri dove tutti bevono, a dire “Ciao, come stai?” ad ogni sconosciuto che vi passa davanti.

Provate a fare il contrario ogni tanto e se vi sembrerà strano allora forse sarete sulla buona strada.
Inizia a piovere, vado a fare una passeggiata.

Posted on Leave a comment

Mongolia baciata

Non una goccia d’acqua nei lunghi mesi d’estate
solo vecchi pastori e vagabondi nelle vallate.
Nostalgiche e sorridenti le genti della Mongolia
ricordano ancora il Khan a cavallo fino all’Anatolia. Read more

Posted on Leave a comment

Segni di Amore nel deserto

Deserto quando ti incontro tremo. Mi intimorisci ma non mi fermi, ho bisogno di attraversarti e di conoscermi. E’ sparito anche l’unico albero così come la mia ultima e inutile sicurezza. L’erba gialla e morta è l’estremo confino, posso ancora tornare indietro, ma non lo faccio mai. Read more

Posted on Leave a comment