Occhio del MaGio.. articolo pubblicato su Ravenna&Dintorni

Articolo di Matteo Caraffi
“Trasforma il tuo viaggio, incidi la tua vita, affronta l’asfalto, patisci la sete, sentiti vivo. Pedala con noi.”
Questo è il testo del messaggio che ha decretato la svolta del mio viaggio in Australia, grazie Marco e Giovanni per avermi regalato un sogno!
Il percorso che mi ha portato ad unirmi a questo tour è iniziato il 5 Gennaio, nato da un mosaico di stima, affetto, rispetto e curiosità nei confronti dei soggetti e del progetto.
Ad oggi dopo 8 mesi di conoscenza reciproca e 3000 Km percorsi insieme, il mosaico si è evoluto in un rosone, portando una nuova luce nella mia vita, i rapporti sono mutati in legami, le emozioni e sensazioni si riversano in un bagaglio comune dal quale attingiamo e riponiamo insieme, cosicché le soddisfazioni vengono moltiplicate e qualsiasi difficoltà non viene affrontata da soli.
Questa esperienza ha tracciato un taglio netto nella mia vita, di quelli senza ritorno, si va avanti e basta verso il futuro, con determinazione e senza paura di affrontare le salite che ci si presenteranno sulla strada e nella quotidianità, consapevoli che ogni ostacolo si può scavalcare con il giusto approccio.
Cicloturismo era un termine a me estraneo prima di Gennaio, divenuto familiare negli ultimi mesi ed entrato prepotentemente nei miei piani futuri, come sinonimo di scoperta ed avventura.
Muoversi in bicicletta permette di percepire l’ esterno con tutti i cinque sensi, sole vento e pioggia. La vegetazione muta giorno dopo giorno, il clima si irrigidisce, le stagioni ruotano e l’orologio rallenta la sua corsa, dando il tempo ai dettagli di imprimersi indelebilmente nel nostro rullino mentale.
Ripercorrendo nella memoria il tragitto da Cairns a Sidney riaffiorano le foreste tropicali, seguite da infinite coltivazioni di canna da zucchero, colline, promontori, spiagge e scorci mozzafiato, il tutto nitido come fosse stato ieri.
Tuttavia di questo continente che offre tanti bei luoghi ma molto simili tra loro, ciò che rimane indelebile sono i volti e le personalità in cui ci imbattiamo, persone che anche solo con qualche scambio di parole trasformano momenti banali in situazioni uniche che arricchiscono tutta l’esperienza. Così una signora incontrata per strada che ci ospita, un pittore che ci apre le porte della sua arte, un vecchio surfista che prova a farci stare dritti su una tavola in balia delle onde.

Adesso ci si gode qualche giorno di meritato risposo a contatto con la civiltà prima di rimettersi in viaggio diretti a Melbourne: colazione insieme, bicicletta, forature, si migliora l’assetto e la condizione, prima di sera si pianta la tenda ed il giorno dopo si ripete, uguale nei modi ma diverso nei contenuti, ben consapevoli della meta finale ma ignari di dove si sarà al calar del sole. Questo è il Magio.

Matteo

Posted on Leave a comment

Add a Comment